Club degli Editori - Il Circolo

Combattere

Combattere

AUTORE: Gianni Oliva

PAGINE: 240

CODICE PRODOTTO: 843706

EDIZIONE: MONDADORI

PREZZO EDITORE: 20.00 €

PREZZO OFFERTA: 1.00 €



Dalla Grande Guerra ai giorni nostri, sempre pronti all’assalto

Un saggio oltre gli stereotipi racconta coloro che sono in prima linea nelle missioni più pericolose.



Agosto 1917, fronte orientale italiano: nella battaglia per la conquista dell’altopiano della Bainsizza si distinguono gli "arditi", il primo corpo speciale del nostro esercito, fondato dal tenente colonnello Giuseppe Bassi per superare la staticità della guerra di trincea tramite assalti di combattenti armati di pugnali e bombe a mano. Confluiti in seguito nei Fasci di combattimento di Mussolini, gli arditi, in quanto mito della destra, dopo il secondo dopoguerra sono caduti nell’ombra. Uguale la sorte toccata agli altri reparti addestrati a condurre operazioni ad altissimo rischio, poco o nulla studiati dagli storici negli ultimi sessant’anni. Gianni Oliva non teme di affrontare questo argomento controverso e racconta le gesta, spesso audaci quanto disperate, delle unità siluranti dei MAS e dei paracadutisti della Folgore, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove i reparti speciali mettono la loro preparazione e il loro spirito di corpo al servizio delle missioni internazionali di peacekeeping.

Gianni Oliva, studioso del Novecento, da anni si occupa degli argomenti meno indagati della storia nazionale recente, cercando di superare gli stereotipi e le rimozioni della "vulgata". Ha pubblicato, fra gli altri: La resa dei conti, Umberto II, Foibe, Storia dei carabinieri, Duchi d’Aosta, Le tre Italie del 1943, L’alibi della Resistenza, Profughi, la nuova edizione di Storia degli Alpini, Si ammazza troppo poco, Soldati e ufficiali, Esuli, Un regno che è stato grande, L’Italia del silenzio, Fra i dannati della terra, Gli ultimi giorni della monarchia.

Leggerlo perché:
Dopo avere narrato con Fra i dannati della terra la storia della Legione straniera, Oliva si cimenta in un saggio originale sui reparti italiani che la presero a modello.