Club degli Editori - Il Circolo

A Milano nasce l'Italia
Le cinque giornate che hanno cambiato la nostra Storia

A Milano nasce l'Italia Le cinque giornate che hanno cambiato la nostra Storia

AUTORE: Alfio Caruso

PAGINE: 256

CODICE PRODOTTO: 849281

EDIZIONE: LONGANESI

PREZZO EDITORE: 19.90 €

PREZZO OFFERTA: 1.00 €



Le gesta di uomini e donne che segnarono l´inizio del Risorgimento

L´autore entra nel vivo di un momento cruciale della nostra storia, con un racconto minuzioso e ricco di aneddoti.



Nel gennaio del 1848 a Milano si avvertono le prime avvisaglie dei moti poi sfociati nelle Cinque giornate, che avrebbero dato inizio al Risorgimento italiano. Ma come si arrivò a tanto, tenuto conto che nel Lombardo Veneto l´amministrazione viennese aveva dato ottimi frutti? Dopo il trattato di Aquisgrana, che dal 1748 aveva reso definitivo il dominio austriaco, erano infatti nati l´Accademia di Brera e il Teatro alla Scala; erano state costruite strade e incrementati i collegamenti fluviali; soppressa l´Inquisizione e migliorata l´istruzione pubblica; erano spuntati asili, opere assistenziali, mutue operaie, ospedali. Perché, dunque, la rivolta? Perché secondo Caruso i milanesi si sentivano solo sudditi. In un racconto tratteggiato con il brio di un romanzo corale, prende vita "l´epopea delle barricate, dei mobili tirati dai balconi, dei professori che guidano l´assalto dei propri studenti, delle alabarde della Scala trasformate in armi". Il racconto di un momento memorabile della nostra storia, che gettò il seme del progetto unitario.

Alfio Caruso, nato a Catania nel 1950, è autore di sette romanzi, thriller politici e di mafia. Tra i suoi ultimissimi lavori ricordiamo: Quando la Sicilia fece guerra all´Italia (2014), Con l´Italia mai! (2015), 1961. Il migliore anno della nostra vita (2016) e Caporetto (2017). "Oggi è di moda svalutare il Risorgimento. La ricostruzione di Caruso consente di rimettere il discorso sui binari giusti".
Corriere della Sera

"Milano è pronta a sollevarsi senza chiedersi che ne sarà di se stessa e dei suoi abitanti; a quali conseguenze andrà incontro; se qualcuno vorrà aiutarla. E ci sono rari esempi nella Storia di una decisione così dirompente assunta da pochi nel nome di tantissimi."